Non si piange, per ridere

Se hai qualche centinaio di seguaci e permetti che alcuni molestino dei bambini, ti chiamano “santone”.
Se ne hai un miliardo ti chiamano Papa.

Bill Maher, due anni fa.

Le persone, come Jon Stewart (thanks to Max) o Bill Maher, che riescono a far ridere su questioni come lo stupro di duecento bambini sono di un’umanità più avanti rispetto a tutti noi:

www.thedailyshow.com/watch/wed-april-7-2010/pope-opera

14 risposte a “Non si piange, per ridere”

  1. Giovanni, sai che ti considero brillante ma ogni volta che vedo un post come questo non posso fare a meno di pensare che tra tutte le battaglie di retroguardia che la sinistra si incarica di portare avanti da sempre, quella contro la Chiesa, il crocifisso e la religione in generale siano davvero tra le più squallide. E lo dico, come forse sai, da laico credente, non certo da devoto bigotto. La metto nel sacco insieme alle altre perle degli antropologicamente e culturalmente superiori (v. post precedente), ma mi spiace sempre un po’ veder buttare via così un certo potenziale. Non che sia importante, sia chiaro.

    Saluti.

    Enzo

    P.S. Prevengo gli sconsiderati specificando che non difendo i preti pedofili. Difendo il principio secondo cui cento persone che delinquono non rendono le altre novecentonovantanove milioni conniventi e criminali potenziali.

  2. @ 1972:
    wait wait wait….
    hai capito quello che viene detto nel clip o no? no direi. lost in translation….

    l’accusa non e’ generalizzata verso i cattolici ma verso i pochissimi ai vertici della gerarchia cattolica che hanno protetto quei preti pedofili spostandoli da destra a manca.

    i cattolici credenti qui sono le vittime….il papa i vari vescovi e cardinali che hanno protetto sono i colpevoli. molto chiaro. ora invece usano espedienti retorici per far finta che ttta la comunita dei credenti sia sotto accusa, mentre sotto accusa ci sono solo loro, e prima voi cattolici lo capite prima farete pulizia.

    la capisci la differenza o fai finta di non vederla?

    e Jon Stewart sta semplicemente mettendo in rilievo quel tentativo maldestro di mascherarsi da vittime.

    sta a vedere che tutta la stampa americana ora e’ diventata trotskista….

    o ti sei cosi abituato alla stampa locale lecchina da non capire piu realta e fantasia?

  3. Leggi con più attenzione il commento, Max. Se hai problemi con l’italiano fammi sapere. Parli sempre d’altro. Prova a rifletterci.

    Saluti.

    Enzo

  4. si forse ho problemi con il doublespeak.

    “che tra tutte le battaglie di retroguardia che la sinistra si incarica di portare avanti da sempre, quella contro la Chiesa, il crocifisso e la religione in generale siano davvero tra le più squallide.”

    non mi pare una battaglia di retroguardia,
    non mi pare sia una ossessione della sinistra, anzi e’ trasversale
    non mi pare sia squallida, anzi e’ catartica

    che altro non ho capito?

  5. “Difendo il principio secondo cui cento persone che delinquono non rendono le altre novecentonovantanove milioni conniventi e criminali potenziali.”

    il post e’ fatto dalle 2 righe di maher, le 2 righe di Giovanni e dai 10 minuti di The daily Show.

    ora, leggendo, ed ascoltando Jon Stewart come hai fatto a sentire il bisogno di difendere quel diritto di cui parli se davvero avessi capito di che si parla? nessuno l’ha attaccato. hai problemi con l’inglese? qui non si parlava ne’ di connivenza ne’ di potenziali criminali. si parla di fatti criminali di cui i vertici ecclesiastici, e solo loro, si sono macchiati.

    cio’ che viene attaccato e’ il fatto che i vertici ecclesiastici sono corrotti e attenti solo alla loro immagine e si difendono attaccando e deviando le critiche, cercando di presentare l’attacco come fosse diretto da forze oscure contro un miliardo di persone. mentre sul banco degli imputati c’e’ un gruppo ben definito. che include il papa.

    capisci o no?

  6. Parlavo a Giovanni, non al video, se vi sforzate ce la fate.
    Ma avete ragione voi, guardate. Non so neanche perché mi ci metto ancora, dopo tutti questi anni.
    Divertitevi.

    Enzo

  7. @ 1972:
    non nasconderti dietro un dito, va, che la toppa e’ peggio del buco. sei stato chiarissimo. e continuo a pensare che siano stronzate fuori luogo. but that’s just me, I may be wrong…

  8. @ 1972:

    Eh no! se ci sono documenti che provano che è stato richiesto ai vescovi di non denunciare i casi di pedofilia (pena la scomunica) e i vescovi hanno obbedito il tuo discorso non regge. Se anche i preti pedofili fossero “cento” su “novecentonovantanovemilioni” (ma sono molti più di cento, pare, e sulla terra non ci sono certo 999milioni di preti) io considero CONNIVENTI anche quelli che sapevano di questi fatti e questi documenti e non hanno parlato. Non mi interessa se un vescovo ha toccato un bambino oppure no…il solo fatto di ricevere un ordine del genere e non denunciare al mondo cosa avveniva è complicità!

  9. a me sembra di vedere due pesi e due misure. che vergogna. se sono rumeni allora ci vuole la castrazione chimica, se sono preti “eh ma non dobbiamo parlarne male perché sennò è da sinistra”.
    che schifo di gente che siete. sì, mi fate proprio schifo.
    spero che un giorno i vostri figli vi sputino in faccia per quanto siete ipocriti, voi e la vostra fede che è una associazione criminale.

  10. ma, al meno, nella nostra america -quella dei dittatori, i colpi di stato e i “desaparecidos”- al meno questa televisione si possiamo vederla.
    (ma il problema forse é solo italiano: il vaticano e la sua chiesa son la più grossa e duratura italica invenzione).

    saludos subdesarrollados

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.